venerdì 13 maggio 2011

Pasta choux


Yattaaaa...!!!! ^___^
Ho preparato i bignè... alleluia! Dopo il primo disastroso tentativo avevo lasciato perdere... troppa la delusione e la paura di sprecare di nuovo degli ingredienti.
Oggi, non so come mai, è scattata la molla e mi sono buttata... e ce l'ho fatta cavolo! =)
Sarà stata la fortuna del principiante, non ho dubbi, ma sono felicissima lo stesso!!!

PS: questo post era stato postato ieri ma blogger, per qualche strana ragione, me l'ha cancellato e rimesso tra le bozze... Ed è tutto il giorno che non funziona e mi ha flippato il post sullo zodiaco orientale, per la cronaca... -.-' Meno male che google c'è!! U__U

Pasta choux
 
37,5g farina con lievito Molino Chiavazza
30g burro
62,5g acqua
1 uovo
sale
 
In un tegame portare a bollore l'acqua col sale e il burro. Allontanare subito dal fuoco e buttare in un colpo solo la farina. Mescolare bene fino a quando si formerà una palla che si stacca dal pentolino sfrigolando. Aggiungere lontano dal fuoco l'uovo sbattuto e incorporare velocemente. Otterrete una crema un pò rappresa e non liscia. Mettere la crema in una sacca e fare dei mucchietti sulla placca del forno o su una teglia senza usare la carta forno, che non permetterebbe ai bignè di crescere in altezza. Se avete usato queste dosi, cuocere a 180° per 30 minuti in forno statico a metà altezza. Se avete usato la stessa quantità di burro e farina cuocere a 200°.
I bignè devono gonfiarsi e dorarsi. Spegnere il forno, aspettare 2 minuti e infilare un cucchiaio nello sportello del forno per far uscire il vapore. Attendere e sfornare i bignè. Conservarli in una scatola di latte ben sigillata.

9 wagashi:

elisa ha detto...

Anche io ho da poco scoperto l'arte dei bignè....sono fantastici e facilissimi!!eli

Ylenia ha detto...

Che soddisfazione eh!! Ti son venuti buonissimi! I bignè non riescono a molte persone perchè secondo me nelle ricette non si sottolinea spesso che le uova vanno incorporate molto lentamente, una alla volta, altrimenti si ottiene una paltiglia ingestibile. Complimenti davvero! Goditi questi deliziosi bocconcini :)

Verdepomodoro ha detto...

yattaaaaaa!!! sei mitica! questo blog mi piace sempre un sacco quando vengo a visitarlo! :)
grazie per partecipare al giveaway e buona fortuna!nn so dirlo in giapponese, ma potresti avere un maneki neki!ho detto bene? :)

Mariabianca ha detto...

Bravissima,ti sono venuti PERFETTI.
Io ci ho rinunciato perchè,dopo cotti,mi si "ammollavano".

Sayuri ha detto...

@ Elisa: facili mica tanto... mi sa che non sono una di quelle ricette che vanno sempre a buon fine anche scon una ricetta collaudata! :P

@ Ylenia: secondo me tanto fa la farina e la fortuna! :D comunque si, sono carucci dai! belli paffuti...

@ verdepomodoro: grazie, è un piacere leggere i vostri commenti di apprezzamento! ^^ si, maneki neko però :3 è singolare (niente plurale in giapponese...)
grazie a te. incrocio le dita...

@ mariabianca: forse aprivi il forno troppo presto o non hai lasciato uscire il vapore? se non lo fai a cottura ultimata l'umidità ammolla l'interno dei bignè... magari ritenta e non demoralizzarti! =)

Federica (deri) ha detto...

Ciao ciao ;) ti dirò che anch'io ho avuto qualche battibecco con le mie zeppole a marzo di quest'anno che come ben sai è ugualmente una pasta choux, anzi è proprio la stessa con la sola differenza delle forme. Comunque il mio problema lo riscontravo sulla cottura perchè mi rimanevano crudi e non gonfiavano mentre fuori erano cotti e rischiavano di bruciarsi e non riuscivo a confrontarmi con altri food blogger perchè molti di quelli che gli avevano preparati erano dotati di un forno ventilato! ;) Infatti pensai e scrissi pure io che se mai un giorno dovessi rifarli li metterei sempre più in alto come ripiano e li farei evaporare e asciugare un pò trattandoli come meringhe, perchè una cosa hanno in comune, l'umidità!
Baci e Buona Serata!
;)

Sayuri ha detto...

@ deri: ciau!! ^^ col ventilato penso sia scontato u n esito negativo perchè blocca la lievitazione naturale del bignè. è vero la cosa dell'umidità ma non devi assolutamente cuocerli nello stesso modo! le meringhe si cuociono a valvola aperta (cioè lasciando uno spiraglio nello sportello), i bignè no se no si siedono! ;)

Caia ha detto...

bravissima, ti sono venuti belli gonfi!!!

Federica (deri) ha detto...

Noooo tutti i tuoi commenti cancellati, io ne avevo scritto uno pieno! :D
blogger ha fatto capricci anche da me! :(

Cmq anch'io ho preparato la pasta choux in particolare per la preparazione delle zeppole, quindi cambia la forma e le dosi ma la sostanza è quella!

http://armoniaincucina.blogspot.com/2011/03/zeppole-di-san-giuseppe.html

Infattti anch'io ho avuto problemi nella cottura perchè mi venivano cotti fuori a rischio di bruciatura mentre il dentro ancora crudo e molliccio e pensai anch'io di tenere lo sportello aperto proprio coem fossero emringhe perchè hanno in comune l'umidità! Per cui la prox volta che preparerò la pasta choux migliorerò in questo, infatti qst volta vorrei preparare i bignè! ;)
Il problema era perchè avendo un forno a gas, statico diciam oche bisogna stare attenti per queste preparazioni doev il nemico è l'umidità e cercavo appunto dei consigli, ma la maggior parte delle food blogger ha un forno ventilato!

Baci!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Blog Template by Delicious Design Studio